Read The Hustler by Velia Rizzoli Benfenati Online

the-hustler

Può l’incontro casuale fra uno stilista affermato e un affascinante modello e rent-boy essere l’inizio di una storia d’amore? Sì, se lo stilista vede nel giovane il suo modello estetico e il modello trova nel suo pigmalione quella comprensione e quella cura che non ha mai avuto sino ad allora. Ma la vita pone i suoi paletti: il famoso Richard Fischer e l’ambitissimo hustlePuò l’incontro casuale fra uno stilista affermato e un affascinante modello e rent-boy essere l’inizio di una storia d’amore? Sì, se lo stilista vede nel giovane il suo modello estetico e il modello trova nel suo pigmalione quella comprensione e quella cura che non ha mai avuto sino ad allora. Ma la vita pone i suoi paletti: il famoso Richard Fischer e l’ambitissimo hustler Matthew Steinbeck hanno delle zone d’ombra nelle loro complesse esistenze. Matthew nasconde un segreto: un grande amore che lo spinge a prostituirsi e da cui non si separerà mai. E Richard un carattere spesso troppo debole per opporsi alle avversità. Riuscirà lo stilista a conquistare il ragazzo e a liberarlo da quel giogo che sembra costringerlo a una vita infelice? Oppure troverà un nuovo amore con cui costruire un futuro più semplice insieme? Matthew si lascerà conquistare o il suo grande amore verrà sempre e comunque prima di tutto? E perché una persona che ama così tanto un’altra la spinge alla prostituzione? ...

Title : The Hustler
Author :
Rating :
ISBN : 37561615
Format Type : Kindle Edition
Number of Pages : 329 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

The Hustler Reviews

  • Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls
    2018-08-24 13:54

    Romance and Fantasy for Cosmopolitan GirlsIl mondo scintillante della moda fa da sfondo a questa bella storia d’amore che vede come protagonisti Matt e Richard: il primo è un modello bellissimo, famoso anche e soprattutto perché è un hustler, una prostituta d’alto bordo, l’altro è un noto stilista. Basta un incontro e il gioco è fatto, l’attrazione scatta immediata. Non importa quanto siano esose le tariffe o ferree le regole da seguire per trascorrere una notte con il bel modello, Richard è disposto a sborsare l’ingente somma richiesta pur di uscire dallo stato di impasse in cui versa da quando ha concluso la sua precedente relazione. Ha bisogno di evadere e di provare qualcosa di leggero, senza impegno e poiché Matt da questo punto di vista rappresenta una garanzia, è sicuro che trascorrere una notte con lui sia la scelta giusta.Lui è uno status symbol! Poter andare con lui vuol dire essere non solo ricchi, ma anche eleganti! Fidati. Nella comunità gay ricca di New York sapere che si è accettati nel suo giro clienti ha un valore: vuol dire che non hai l’AIDS, che sai trattare le persone con rispetto e che hai buon gusto.Ma anche per Matt l’esperienza con lo stilista si rivela come un qualcosa di inaspettato. Richard è un uomo ricco, bello e affascinante, ma è la sua sensibilità ed educazione a colpirlo più di ogni altra cosa. Non tutti i suoi clienti, infatti, sono soliti rivolgersi a lui con tanta gentilezza.«Che gusto preferisci per i massaggi? Aloe o guaranà?»A quella domanda, Matthew capì che non era un rapporto normale: nessuno dei suoi clienti glielo aveva mai chiesto. Richard è un uomo all’antica, per certi versi, e per quanto si renda perfettamente conto della strana situazione, non rinuncia a viverla come se non fosse una cosa straordinaria ma, al contrario, si trattasse di un appuntamento galante. Perché allora rinunciare alle delizie intriganti che un appuntamento può riservare? Ecco quindi una serata in piena regola con tanto di prima teatrale, cena fino ad arrivare alla giusta conclusione tra le lenzuola.Il loro rapporto diventa pian piano qualcosa di speciale: entrambi comprendono quanto sia gratificante trascorrere qualche ora insieme, e ogni incontro serve per conoscersi meglio. Tuttavia non è semplice dimenticare il compromesso iniziale, alla fine, infatti, c’è sempre una somma da pagare e un assegno da staccare. La consapevolezza della realtà è una cosa, l’imponderabilità della stessa è un’altra: pur accettando i loro ruoli, Matt e Richard non sfuggono alla logica conseguenza della loro frequentazione. È inutile negare quanto sia giusto e naturale per loro stare insieme, come si trovino in sintonia in tutto ciò che fanno, anche fuori dal letto, eppure la loro unione non è così scontata come sembra. Ed è proprio l’incertezza del lieto fine, a mio avviso, oltre ai personaggi stessi, a rendere bello il romanzo. Ogni volta che abbiamo la sensazione che possano capitolare, Matt e Richard ci sorprendono e con la stessa naturalezza con cui si sono avvicinati, si separano. Entrambi sentono di non poter più fare a meno l’uno dell’altro, insieme stanno bene, si completano ma questo non basta per cambiare le cose. Da ambo le parti ci sono questioni irrisolte troppo importanti che non possono essere sottovalutate. Matt ha bisogno di denaro e non può per questo rinunciare ai suoi clienti, ma è combattuto dal desiderio di essere libero e dal sentimento che prova per lo stilista. Inoltre nasconde un segreto che non si sente pronto a condividere.Conoscere Mark significava entrare in un mondo in cui il buio e il silenzio non erano angoscianti, ma rappresentavano un luogo sicuro che assumeva i contorni desiderati. Mark non era isolato dall’esterno, in lui c’era una capacità di percezione e comprensione superiore al a maggioranza delle persone dotate di tutti i sensi.Richard deve fare i conti con propria fragilità, è un uomo di successo anche se non sempre deciso. Il timore di venire rifiutato lo convince a volgere altrove il suo interesse, non può farne a meno anche se, così facendo, si allontana dalla felicità.Ancora una volta, però, sentiva che qualcuno aveva la forza di prendere delle decisioni importanti al posto suo.Drammi, perplessità, gioie, sesso, dolore e amore sono affrontati dall’autrice con uno stile lineare ed elegante. La storia è bella perché intensi e belli sono i personaggi di cui apprezziamo tutto. Non c’è nulla che non vada in questo romanzo e una volta arrivati alla fine, ciò che ci fa pensare di aver letto qualcosa di speciale è la dolcezza di fondo in cui tutto viene affrontato. Credetemi, non esagero quando affermo che vi sentirete soddisfatti.«Perché tutte le volte che ti guardo negli occhi vedo qualcosa di nuovo?»«Che cosa?»Gli sorrise, non avrebbe mai saputo dire il perché, ma quel sorriso gli venne spontaneo. «Non lo so. Una luce, una sfumatura, una piccolezza o forse un universo nuovo.»Lo consiglio vivamente!

  • LibriMagnetici Blog
    2018-09-07 11:55

    Ciao a tutti miei cari lettori e lettrici magnetici, è sempre bello per me stare in vostra compagnia e rubarvi qualche minuto per farvi conoscere un nuovo romanzo che ho avuto il piacere di leggere e apprezzare moltissimo. Non conoscevo questa autrice, ma posso assicurarvi che da ora in avanti non mi sfuggirà. Un romance contemporaneo che ho adorato dalla prima all’ultima pagina e che mi ha regalato dolcissime emozioni. Vi premetto che è da poco che mi affaccio alla lettura di romanzi MM, ma posso assicurarvi che li sto amando moltissimo soprattutto quando a raccontare una bellissima storia sono autrici come Velia Rizzoli Benfenati. Un libro perfettamente intonato, con una storia intensa, dolcissima e importante, che affronta con egregia maestria anche argomenti delicati, e dove lo sviluppo della storia è perfettamente amalgamato con i protagonisti che non vedo l’ora di presentarvi.Ci troviamo nella bellissima New York presso l’Harrington’s, un bar gay molto frequentato dalla comunità LGBT dove il famoso stilista Richard Fischer ha deciso di passare una serata insieme al suo carissimo amico Derek. Appena tornato da Londra, dopo la fine del rapporto con il suo ex compagno e socio fondatore della loro casa di moda, si ritrova lì. Non che fosse il suo bar preferito ma ogni volta che fa ritorno nella Grande Mela inspiegabilmente finisce sempre in questo bar. Ed è qui che tutto ha inizio.I suoi splendidi occhi neri incontrano quelli del bellissimo e ambitissimo modello Matthew Steinbeck, ed è proprio in quel preciso momento che Richard si sente perduto. Non ha mai visto niente di così bello: un volto perfetto su un corpo perfetto e con un sorriso dolcissimo.Ma Matt non è solo quello. Oltre a essere un maestro di arti marziali è anche un rent-boy e di quelli più cari di tutta Manhattan. Sì, avete capito bene, oltre ad essere un modello è anche un prostituto. Per stare con lui bisogna solamente sottostare a semplici regole da lui dettate e, cosa fondamentale, pagare molto. Richard, perennemente insicuro ma dolcissimo da far male, vuole conoscerlo e frequentarlo. E così un incontro casuale, uno sguardo, una presentazione e per il nostro stilista scatta il colpo di fulmine. Sì, il primo colpo di fulmine della sua vita.Richard lo vuole e pagherà profumatamente ogni appuntamento insieme a Matthew, ma oltre alla piacevole compagnia e al piacere che entrambi si danno, inizierà anche una involontaria conoscenza più profonda, soprattutto da parte di Rick e inizieranno anche a sorgere i primi dubbi e le prime domande. Vuole conoscere l’uomo oltre che l’amante e capirne le sue motivazioni. Insomma, perché un uomo a cui non manca certo un lavoro e che fa anche l’insegnante di arti marziali si prostituisce?Man mano che il loro rapporto si sviluppa, Richard sente che quel sentimento nato qualche giorno prima in quel locale pubblico è destinato a qualcosa di più intenso; per lui non si tratta solo di buon sesso a pagamento, c’è ben altro in gioco.Ma per Matt sarà lo stesso?Man mano che la storia si intensifica e ci si addentra sempre di più all’interno del romanzo, si nota quante volte Matthew fa’ chiarezza a Rick riguardo al suo ruolo in quello strano rapporto “di amicizia”. Specifica molte volte al dolce Rick che non deve innamorarsi di lui perché la loro storia è semplicemente basata sul pagare un servizio. Lui non può innamorarsi e vi assicuro che in alcuni momenti avrei volentieri schiaffeggiato Matt. Insomma, non può farmi soffrire un uomo tanto meraviglioso come Richard! Ma andando avanti nella storia tutto viene alla luce e il perché di tanti suoi atteggiamenti hanno delle risposte e, lasciatevelo dire, sono risposte che mi hanno toccato il cuore. Sì, perché Matthew nasconde un importante segreto che porta il nome di Mark, una persona che ama immensamente e che ha costretto il modello a prostituirsi. Riuscirà il nostro stilista a far breccia nel cuore del bellissimo modello e fargli chiudere per sempre quella parte di vita che lo rende infelice? E Matthew si farà amare in maniera totale oppure il suo “passato e presente” avranno la meglio?Amici ho paura che se vado avanti potrei inciampare su qualche spoiler e io li eviterei volentieri perché questo romanzo merita di essere letto per tutte le belle emozioni che riesce a sprigionare. Lo stile dell’autrice mi piace molto, è semplice, chiaro, dettagliato nei punti giusti e senza sbavature che ne rallenterebbero la lettura e non vi nego che in alcuni momenti mi ha fatto anche sorridere. Riesce a catturare l’attenzione del lettore anche e soprattutto per la sensibilità che usa nel trattare argomenti delicati e importanti rendendoli dolci e intensi. Ogni protagonista all’interno della storia ha la giusta luce di riflettore che lo mette in risalto senza velare tutto il resto.Per chi ama questa categoria di romanzi e per chi vuole affacciarsi al mondo bello e intenso degli MM lo consiglio vivamente e ringrazio l’autrice facendole i miei complimenti.Grazie anche alla Triskell Edizioni per avermi permesso di leggere un’altra bellissima storia.Antonella

  • Romanticamente Fantasy
    2018-08-31 12:34

    Recensione a cura Kiki per Romanticamente Fantasy Sitohttp://www.romanticamentefantasy.it/r...Il libro di cui vi parlo si intitola The Hustler ed è stato scritto dall’autrice italiana Velia Rizzoli Benfenati. È stato pubblicato da Triskell Edizioni a ridosso del Natale, il 21 dicembre 2017.È un romance male to male che ha come protagonisti Richard Fisher, famosissimo stilista, e Matthew Steinbeck, giovane modello ed escort gay di alto borgo.Questo romanzo mi ha incuriosita all’inizio, ma alla fine della lettura un grosso punto interrogativo aleggiava sulla mia testa, perché non posso dire che la trama o lo sviluppo dei personaggi mi abbiano convinta. Se qualcuno mi chiedesse se mi è piaciuto, la risposta non potrebbe che essere: “ni”.Richard Fisher è un famosissimo stilista che, assieme al compagno Dominic Charleston, fonda, una quindicina di anni prima, la casa di moda Charlie Fisher, conosciuta in tutto il mondo. I due stilisti, dopo un sodalizio di vita e lavorativo durato tanti anni, si lasciano, rimanendo comunque soci e designer di tutti i prodotti venduti. Richard si occupa della linea maschile, Dominic di quella femminile. Dopo essersi lasciati, Dominic rimane a vivere a Londra, mentre Richard, abbacchiato e deluso, decide di trasferirsi a New York.Vi ricorda qualcosa questa storia? Beh, non pensare alle vite di Stefano Dolce e Domenico Gabbana, fondatori della Dolce e Gabbana, amanti per un ventennio e solo colleghi per gli anni a venire, sarebbe impossibile. Ingenuità da parte dell’autrice? Non ne ho idea, ma di certo questa similitudine mi ha aiutata a visualizzare il mondo patinato dell’alta moda, che è descritto benissimo.Matthew Steinback è il vero jolly della storia. Bellissimo, sulla soglia dei trent’anni, conduce due vite parallele: da una parte è un famoso modello che si sta facendo strada nel mondo della haute couture, dall’altra è un hustler, un rent-boy, cioè un escort per ricchi clienti gay. La sua vita è orientata, come una meridiana, sul faro del misterioso Mark, un uomo per cui sembra vivere e lavorare.Richard, in un momento di sconforto, e spinto dall’amico Derek, lo assolda e inizia con lui una bollente storia di sesso. Due sere a settimana Matthew gli mette a disposizione il suo corpo, di cui lo stilista prende pieno possesso.E il cuore? I due uomini sapranno proteggere, entrambi, il loro organo più prezioso? Non ve lo dico, ovviamente, dovete leggere il libro.Quello che ho poco apprezzato è stato lo sviluppo dei fatti narrati in relazione al carattere dei personaggi. È un continuo tira e molla. Fatto un passo avanti se ne fanno due indietro. E se questo escamotage va bene una volta, ripeterlo troppo spesso rischia di rendere il romanzo ripetitivo e noioso. I personaggi sono ben caratterizzati, ma non affascinanti: Richard sa di nulla e Matthew è talmente insicuro da apparire irreale, visto il lavoro che fa. Troppo simili, probabilmente, tutti e due convinti di non meritare di essere amati. Il tira e molla, poi, tra il ruolo di amanti e quello di cliente/escort è rigido e formale, troppo evidente in una storia da cui ci si aspetta un happy ending.Nota stonata sono stati i dialoghi: legnosi, non reali, ripetitivi, pieni di nomignoli come tesoro e piccolo che detti da Richard a un uomo di trent’anni, che in fin dei conti si prostituisce, fanno un po’ ridere.L’erotismo raffinato e mai eccessivo, visto il tema trattato, mi è piaciuto particolarmente: non è un libro che parla di sesso, pur essendo il tema principale della storia. L’autrice cerca di spingersi a un livello più profondo, analizzando la risalita a galla di due uomini che stanno affondando.Suggerisco di leggere questo romanzo con in mente il volto di Jordan Barrett a interpretare Matthew perché secondo me lo rappresenta benissimo, e di avvicinarsi al libro per passare qualche ora in compagnia di una buona opera italiana senza troppe pretese

  • Feel The Book
    2018-09-20 14:34

    Recensione a cura di Cleo per Feel The BookNei suoi romanzi precedenti, Velia Rizzoli Benfenati aveva condotto i propri lettori prima a Parigi, facendo loro respirare l’atmosfera magica della capitale francese, e poi a Bologna, attirandoli nel mondo della pallavolo; ora li porta per le strade di New York, dimostrando ancora una volta di saper creare ambientazioni perfette e credibili, che diventano esse stesse parte in causa nella storia che decide di narrare. Pur con qualche accenno di italianità che traspare da alcuni dettagli, comunque integrati in modo realistico nella vicenda, non ci sono sbavature nel suo modo di far muovere i personaggi negli ambienti newyorkesi, che siano locali gay oppure hotel di lusso.La storia di Richard e Matthew, che inizialmente può apparire semplice, quasi scontata, non è il classico colpo di fulmine tra un ricco cliente con il mondo ai propri piedi e un bellissimo ma sfortunato prostituto. Tutt’altro, tra i due è Richard a dimostrarsi quasi sempre in difficoltà, a lasciarsi portare dagli eventi pur di non dover prendere decisioni, e solamente quando comprenderà di amare il ragazzo saprà trovare la forza di agire, di fare effettivamente qualcosa senza timore di restare ferito.Rent-boy per scelta, Matthew è un modello e si definisce un “appendiabiti”, un mero accessorio valido solamente finché la sua bellezza lo sosterrà. Questo continuo sminuirsi, a dispetto delle molteplici abilità e alla sensibilità che contraddistingue ogni sua azione, lo rende un personaggio estremamente fragile, sotto la maschera di regole ferree che impone ai propri clienti. Cela un segreto, di cui non desidero parlare per non rovinare una delle parti più delicate e interessanti del romanzo, qualcosa che condiziona la sua esistenza in ogni momento ma che lui è deciso a non rinnegare mai.Molto romantico, il romanzo si snoda da un incontro tra i due protagonisti a un altro, mentre fingono con se stessi e con l’amante di non provare sentimenti troppo profondi per poter essere soffocati. I personaggi secondari sono ben più che accennati, costituiscono il motore della vicenda tanto quanto i protagonisti e si arriva a sperare che almeno uno di loro, se non addirittura tutti, possano trovare un giorno la propria storia per mano dell’autrice, che potrebbe regalarci qualcosa su uno stilista, un mercante d’arte o un pompiere.Unica lieve pecca, che emerge di tanto in tanto, sono dei cambi di narratore che inizialmente confondono un poco, sebbene motivati dalla necessità di condurre per brevi tratti la vicenda tramite il punto di vista di alcuni dei comprimari. Nonostante questo, “The Hustler” dimostra ancora una volta la bravura di quest’autrice italiana, in grado di cambiare ambientazione e tipologia di personaggi senza perdere nulla e regalarci un’altra bellissima storia d’amore.Editing recensione a cura di The Goddess per Feel The Book

  • Sandra
    2018-09-12 08:55

    trama non originale ma buona,protagonisti abbastanza credibili e risultato buono e piacevole.

  • Michela biasca
    2018-09-19 08:54

    quattro e mezzo