Read Ciao, ciao bambina by Sara Colaone Online

ciao-ciao-bambina

Svizzera, Cantone tedesco. È il febbraio del 1959 e alla radio si sente la canzone vincitrice dell'ultimo Festival di Sanremo: "Piove" di Domenico Modugno, col suo indimenticabile ritornello: "Ciao ciao bambina". Valeria è una giovanissima immigrata italiana alle prese con un mondo completamente diverso dal suo, quel paese della campagna friulana che ha dovuto lasciare perSvizzera, Cantone tedesco. È il febbraio del 1959 e alla radio si sente la canzone vincitrice dell'ultimo Festival di Sanremo: "Piove" di Domenico Modugno, col suo indimenticabile ritornello: "Ciao ciao bambina". Valeria è una giovanissima immigrata italiana alle prese con un mondo completamente diverso dal suo, quel paese della campagna friulana che ha dovuto lasciare per forza, appena diciottenne. Fra razzismo, sfruttamento e delusioni, Valeria intravede però una possibilità di emancipazione: cambia lavoro, impara cose nuove, studia tedesco e da brutto anatroccolo inizia a trasformarsi in cigno. Valeria sta forse per cominciare una vita nuova, più vera, più sua, lontano da casa, quando all'improvviso viene richiamata in Italia dall'anziana madre. La ragazza obbedisce ancora una volta, ma partirà completamente cambiata, cresciuta, portando con sé una promessa per il futuro e un nuovo spirito. "Ciao ciao Bambina" è un romanzo a fumetti che parla di amori, sconfitte e speranze dei giovani immigrati friulani degli Anni Cinquanta, dando vita a una riflessione agrodolce sull'eterna questione dell'emigrazione....

Title : Ciao, ciao bambina
Author :
Rating :
ISBN : 9788874712724
Format Type : Paperback
Number of Pages : 139 Pages
Status : Available For Download
Last checked : 21 Minutes ago!

Ciao, ciao bambina Reviews

  • Soobie can't sleep at night
    2018-10-21 17:48

    Prima di prendere in mano il fumetto, non mi ero resa conto che l'autrice provenisse dal pordenonese... Eh, orgoglio di provincia!!!Campanilismo a parte. Ho pescato questo romanzo grafico tra i fumetti in biblio. Preso un po' per la copertina, un po' per il titolo che richiamava una famosa canzone. Così.Poi l'interesse è cresciuto. Si parla di Pordenone, della mia provincia, e di immigrazione, un tema a me caro. La protagonista, la diciottenne Valeria, si trasferisce in Svizzera per lavorare. Dopo un lunghissimo viaggio in treno e umilianti controlli sanitari, riesce ad arrivare a Rorschach, dove viva la cugina Iris. La storia è narrata da una Valeria ormai anziana alla figlia o nipote e viene frammentata con foto reali che servono a rendere più vera la storia di Valeria. Per lei non c'è solo il lavoro ma anche uscire la sera con le amiche ed essere, molto probabilmente, ben più libera in Svizzera di quanto non avrebbe potuto esserlo in Italia. Si balla tanto, si conosco tanti ragazzi che provengono da tante parti d'Italia e si ascoltano tante canzoni.Il finale un po' aperto mi ha lasciato un po' così però sono stata felice di aver letto questo romanzo.